mercoledì 10 febbraio 2016

Charlie Brown e scrittura creativa: una lezione formato fumetto


Sono convinto che quando pensi di avere tutte le risposte, la notte ti cambia tutte le domande.
Charlie Brown

Un regalo di Natale ha arricchito la mia libreria.
La filosofia di Charlie Brown.
Centinaia di strisce in bianco e nero, tra parole e disegni, tracciati con la matita ironica e geniale di Charles M. Schulz.
Penso che un copy abbia molto da imparare dai Peanuts...


... la perfetta integrazione tra immagine e testo, la scelta misuratissima delle parole, la sintesi concettuale vanno dritte all’obiettivo.
Così come i personaggi corrispondono a modelli comportamentali in cui ognuno di noi si può identificare: siamo egocentrici come Snoopy, egoisti e malefici come Lucy, insicuri e esistenzialisti come Linus, in preda alle emozioni come Charlie Brown, l’adorabile perdente che indossa la solita maglietta con una greca e che non molla mai (anche se vince raramente).
In pochi centimetri vive un mondo di emozioni, ben rappresentate in tutta la loro complessità, ma sempre con il sorriso sulle labbra, da un artista che sa sperimentare e giocare con le idee.

Insomma una lezione formato fumetto della migliore arte di raccontare con un'efficacia senza tempo.

Una prova? La prima apparizione dei Peanuts è del 2 ottobre 1950. Da allora Schulz ha disegnato Snoopy e la sua banda per 50 anni senza interruzione, realizzando 17.897 strisce quotidiane e tavole domenicali.

Oh-oh!


2 commenti:

  1. Adoro Snoopy!
    È uscito anche il film adesso, ma in realtà un po' mi dispiace perché sono certa che non sarà all'altezza del fumetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh questo libro è geniale... centinaia e centinaia di strisce fumettose da leggere con il sorriso e con un occhio attento alla scrittura. Consigliato!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...