lunedì 5 dicembre 2011

La parola del giorno è: sintesi

Trasferire il proprio pensiero agli altri è un’arte.
Per questo, la parola del giorno è sintesi.

Il concetto di brevità e "parole chiave" è insito nel lavoro di copy.
Fondamentale nel web writing e in tutti i testi di moderna ispirazione.
Pensate a Twitter: il social network che condensa ogni pensiero in 140 caratteri (e che io sto imparando ad amare con tutta me stessa!).
Di sintesi, mi trovo spesso a parlare anche durante le docenze, che svolgo per corsi di comunicazione aziendale e business writing.

Scrivere in modo chiaro significa pensare in modo chiaro.
Scrivere in modo efficace significa arrivare all'obiettivo.
Subito.

Il messaggio infatti è più incisivo se detto in poche parole, eliminando il superfluo e tutto quello che può rendere nebulosa la percezione.
Come dire: i migliori contenuti, trasmessi in poco tempo, producono in proporzione i migliori effetti!
La regola è chiara. Vediamo la "formula":
Sintesi = scomporre + eliminare + riorganizzare.
Con acume. Aggiungo io.

Qualche giorno fa, Franca Sozzani (Editor-in-Chief di Vogue Italia) ha rilanciato proprio su Twitter un bellissimo elogio della brevità: "concise, please be concise!".
"Bastano pochi punti precisi per rafforzare un pensiero" scrive la Sozzani "[...] Concentrarsi è più difficile di quello che sembra e solo la concentrazione può renderci concisi. Disperdersi nei meandri di elucubrazioni complicate può colpire solo chi non ti ascolta. Chi segue un discorso lo vuole forte, chiaro e conciso".
Vi consiglio di leggerlo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...