domenica 13 novembre 2011

Toulouse-Lautrec experience


Sabato pomeriggio e la pubblicità per nulla “ingiallita” di ieri.

Non potevo perdermi Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Epoque alla Fondazione Magnani Rocca di Traversetolo.
In mostra, le sue celeberrime affiches. Documenti di un’epoca, ma anche manifesti che rappresentano una sensazionale alba della pubblicità.

Henri de Toulouse-Lautrec (1864 - 1901) racconta con ironia la sua Parigi dell’ultimo ventennio del XIX secolo. Entusiasmante, eccessiva e trasgressiva.
Lo fa attraverso le sue ottocentesche campagne pubblicitarie, specchio di una società di gentiluomini ma non troppo, vedettes, cantanti e ballerine, che vivono i cafè di Montmartre, i locali notturni (tra cui Moulin Rouge, Divan Japonais, Folies Bergère) e le maisons closes.

Molte commesse pubblicitarie del tempo sono sue. Perché lui è l’artista che sa parlare in modo nuovo e sviluppare una modernissima cultura dell’immagine. Perché lui sa cogliere nuove inquadrature, nuovi tagli delle scene, nuovi colori e nuove silhouette.
Dettagli inconsueti ispirati alle antiche stampe dell’arte giapponese.
Punti di vista preziosi anche per la pubblicità di oggi.

Toulouse-Lautrec dipinge Dressage des nouvelles par Valentine le Désossé, Moulin Rouge, 1889-90

Toulouse-Lautrec e la Parigi della Belle Epoque
10 settembre – 11 dicembre 2011
Fondazione Magnani Rocca
Mamiano di Traversetolo, Parma
www.magnanirocca.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...