martedì 22 novembre 2011

Nel Luogo delle Meraviglie

I casi della vita.
Ero appena andata a teatro a vedere Alice nel Paese delle Meraviglie, tratto da Lewis Carroll.
Fortemente legato alla parola (e si sa, io sono sensibile alle parole), tra fantasia e ricerca dell’identità personale, il viaggio metaforico di Alice nella versione firmata da Aterballetto mi ha colpita: zero parole, forte carica emotiva.

Poi mi capita di visitare un luogo magico. La Fonderia.
A due passi dal centro storico di Reggio Emilia, una vecchia fonderia recuperata degli anni ’30 è la sede della Fondazione Nazionale della Danza e della Compagnia Aterballetto.
Ferro e vetro, impianti a vista, finiture e pavimenti in stile industriale.
Da luogo di fusione del metallo pesante, la Fonderia è diventata un laboratorio di fusione creativa.
Un set aperto alle sfumature contemporanee.
Come dire, scivolare nel buco del bianconiglio.

Da vedere.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...