mercoledì 26 ottobre 2011

Lunga vita alla radio


Ieri mattina sono stata ospite della trasmisione radiofonica Fresche di Giornata su Radioreggio (101,600FM e in streaming).
Ogni tanto il conduttore Mattia Mariani mi invita per commentare in diretta le prime pagine dei giornali.
Questa bella esperienza mi ha ispirato una riflessione sul meraviglioso mondo della radio.

La parola è immediata e veloce, proprio come internet.
Ecco perché le nuove tecnologie non hanno ucciso la radio.
Anzi, hanno esaltato l'interazione con il pubblico. Perchè la radio è social.
Lo dicono i dati di ascolto, in aumento soprattutto per l'emittenza privata.
Ma anche gli investimenti pubblicitari, che hanno registrato un +11% rispetto al 2010 (dati Osservatorio FCP-Assoradio, luglio-agosto 2011).

La radio ha quel fascino retrò che ha saputo adattarsi ai tempi.
Oggi ti raggiunge ovunque, in fm o in streaming.
Non è invadente, ma accompagna ogni momento della giornata.
Mi ha colpito una frase di Davide Bianchini, conduttore delle dirette sportive su Radio Erre (95 FM e in streaming): "la radio è emozione condivisa".

Condividete?

3 commenti:

  1. Ciao Grande Elly!!! Potevi dircelo però... ;)

    Mick

    RispondiElimina
  2. Hai ragione... prossima volta, tutti all'ascolto! ;)!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...