domenica 10 aprile 2011

Elogio del verde


Scrivania portami via.

Siamo alle solite.

La settimana è scivolata via in un attimo, ma mi ha permesso di finire tanti lavori in sospeso.

Tutti, tranne uno. Quindi, oggi si lavora.

Difficile mettersi d’impegno in una domenica così.

In più, la seconda parte della giornata sarà dedicata alla scrittura del secondo libro… troppo trascurato nell’ultimo periodo, causa il mio lavoro da copy.

Scrivi scrivi, poi ti passa la voglia.

Ho bisogno di concentrazione.

Esco.

Sono una fan delle passeggiate nel verde. Una delle poche cose che mi rigenera davvero.

Mi immergo nel percorso lungo il torrente dietro casa mia (per chi è di Reggio: la passeggiata del Crostolo, ndr).

Passo spedito. Dopo circa 6 km sono pronta. Pronta a tornare a scrivere.

Basta poco. E mentre sono sulla strada del ritorno, rifletto su quanto ho letto poco tempo fa: 1 italiano su 4 soffre di stress. In più, secondo un team di psicologi americani dell’Università del Michigan, la frenesia quotidiana fa soffrire la mente.

Siete in mezzo al traffico? Dopo pochi minuti, il cervello riduce le sue capacità e la memoria.

Secondo altri studi, le persone - dopo essere state sottoposte a situazioni stressanti - recuperano meglio e più velocemente a contatto con spazi verdi. La natura ha il potere di migliorare l’umore, ridurre la rabbia, rafforzare il sistema immunitario e aumentare la felicità. La cromoterapia poi ha stabilito che il colore stesso della natura – il verde – contribuisce al benessere psicofisico. Perché favorisce la calma e la concentrazione.

Sì sì, è proprio così.

Provare per credere.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...