sabato 8 maggio 2010

The day after...


Circuito Off Fotografia Europea. Reggio Emilia.
Da non perdere. Perché?
Un “succo” concentrato di energie culturali. Musica, narrativa e fotografia si riuniscono in Piazza Fontanesi a Reggio Emilia.
La piazza più “parigina” della città ospita stasera l’esordio dell’EP Cani by Torafugu Project. L’ho ascoltato in anteprima: intenso e penetrante, nato dalla mente, dal cuore e dalla voce del mio amico Andrea Reverberi, in collaborazione con i musicisti Sarco:o e Pedro. ToraFugu Project è il laboratorio musicale nato per mischiare diverse tecniche artistiche ed espressive, sperimentando collaborazioni trasversali. Ora capite perchè il “burattinaio” di questa due giorni è proprio lui.
Non fatevi sfuggire la mostra fotografica “Così come TU vivi” di Erik Messori, presso la galleria temporanea “in cortile da Matteo”: un reportage sull’intreccio di etnie, in equilibrio tra convivenza e conflitto, che coesistono nella Zona Stazione. Verismo fotografico, emozioni e sguardi fuori dal coro… assicurati.
Infine, Greta Parlante. La mia prima presentazione. Ieri sera. Quante emozioni. Sul palco con me, altre due persone: Alessandro Iori, grande amico e giornalista televisivo, che ha condotto una frizzante e spiritosa intervista a me , introducendo il libro in anteprima. Sul palco, anche l’attrice professionista Erika Patroncini, una delle interpreti del delizioso spettacolo teatrale “Spettinate”, ideato da 16 attrici reggiane, che hanno portato in scena diversi modi di essere donna. Erika ha regalato a tutti gli spettatori un reading di Greta Parlante, che ha calamitato l’attenzione di tutti.

Un grazie specilissimo a tutti i numerosissimi presenti!


Vi lascio con la recensione di Greta Parlante, pubblicata su il Resto del Carlino, scritta da Daniele Barilli! Leggere per credere...


"DA FORREST Gump a Jovanotti. Da Flaubert a Cenerentola che riscopre la propria femminilità. C’è tutto questo in «Greta Parlante», metafora del «Grillo Parlante» che spesso compare al nostro fianco ma al quale non riusciamo a dare ascolto. C’è tutto questo nel primo
romanzo di Elisa Borciani (nella foto), 30 anni, reggiana, ex collaboratrice de il Resto del Carlino e reduce da un’importante esperienza come capo ufficio stampa di Guru, che sarà presentato stasera alle 22 in Piazza Fontanesi. E’ un libro, quello di Elisa, che si legge tutto d’un fiato. Fresco e divertente.
Un libro che assomiglia ad un viaggio su un ottovolante. A volte si sale verso il cielo, magari anche
un po’ faticosamente, poi si precipita velocemente verso terra. Senza farsi mai male. Senza rischiare niente. Perché la misura della scrittura è sempre giusta. Raramente si va sopra le righe. Spesso ci si
ferma a riflettere su questa generazione di 30 anni che vive sospesa tra un mondo che non c’è più ed un altro da creare. La generazione cresciuta tra aperitivi e sogni, tra voglia di autonomia e un futuro senza certezze, tra lauree nel cassetto e lavori più o meno precari. E’ proprio così, Margherita, la protagonista di «Greta parlante». Una ragazza di 30 anni cresciuta tra valori e sentimenti in via di estinzione, che cerca di fare il grande passo e tuffarsi in un mondo che non le appartiene. Che non sente suo. Alla fine, nel momento in cui penserà di essersi buttata alle spalle la vecchia
Margherita e di aver scoperto una nuova strada, riceverà uno schiaffo dolorosissimo. Perché non si può andare contro i propri principi. Non si può tradire sè stessi. Uno spaccato di vita vissuta comune
a molti giovani. Raccontato con sincerità e cercando di trasportare emozioni reali e riflessioni profonde all’interno di 150 pagine in cui il primo obbiettivo è non prendersi troppo sul serio. Un romanzo, pubblicato dalla casa editrice Pendragon di Bologna, che dopo l’anteprima di questa sera in Piazza Fontanesi, dove l’attrice Erika Patroncini ne leggerà alcuni brani, sarà presentato
ufficialmente al salone del libro di Torino il 13 maggio. La serata odierna, organizzata da ToraFugu Project, sarà sarà poi conclusa da un dj set elettrojazz coordinato da Dj Jò
".

Daniele Barilli

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...