venerdì 16 aprile 2010

Quali sono i vostri libri del cuore?


Se qualche libro vi è rimasto nel cuore, scrivetemelo. Ne parleremo nel blog, perché possa essere il punto di partenza per far circolare spunti di vita.
Io amo i libri freschi, leggeri, veri. Perché credo che nella semplicità risiedano spesso grandi verità.
Questo è sicuramente il caso de I Consigli del Cuore (Mondadori), scritto dal Dalai Lama, il primo libro di cui vorrei parlare. Si tratta di una piccola guida spirituale, da tenere sempre vicino.
Estraetelo come da un cilindro magico, quando sentite il bisogno di una boccata di serenità e saggezza. Le brevi riflessioni, cariche di consigli per tutti, sono semplici perché il Dalai Lama “non vede la necessità di essere complicato”. Così scrive Matthieu Ricard, curatore del libro, quando nel giugno 2001, ha incontrato Sua Santità nel Monastero di Shechen (Nepal). Da questo incontro è nato il libro, una raccolta di “pillole” sulle età e le situazioni della vita, sui ruoli di uomini e donne nella società, sui comportamenti e gli stati d’animo, sulla via spirituale, indipendentemente dalle credenze religiose.
“Siamo noi a crearci gran parte delle nostre sofferenze. Ecco che cosa volevo dirvi per cominciare”. Esordisce così il Dalai Lama, leader politico e spirituale del popolo tibetano, autorità religiosa e Premio Nobel per la pace nel 1989. L’essenza del libro spiega che la vita è sì complicata, ma la forza dell’uomo sta nel poter scegliere la felicità. “Limitandoci a cambiare il nostro modo di vedere le cose potremmo ridurre le nostre difficoltà attuali ed evitare di crearne di nuove”. Parola d’ordine: cambiare prospettiva e rimboccarsi le maniche.

1 commento:

  1. Del cuore? Ok, di getto.
    Sicuramente Il Piacere di D'Annunzio, lo sto rileggendo per l'ennesima volta ed è sempre un brivido. Poi, cambiando genere, Manuale del perfetto single di Aldo Busi e lo Hobbit di Tolkien (accostamento ardito, ma quanti ricordi...).
    Adoro poi, per stare sul leggero, i thriller di Michael Connelly. Infine, impossibile non citare Erba Rossa di Gianni Clerici, "un grande scrittore prestato allo sport" per dirla con le parole di Italo Calvino.

    Elisa, concordo con la necessità di lasciarsi prendere anche da letture fresche e leggere. Appena possibile farò un salto in libreria per sfogliare I consigli del cuore.

    ciao!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...