mercoledì 14 aprile 2010

Happy Family. Salvatores racconta la felicità. Con ironia.


Di recente sono andata al cinema a vedere Happy Family, l’ultimo film di Salvatores.
Ironia e personaggi “vivi”.
Un modo di raccontare che mi ha colpito molto. In cui credo molto.
Happy Family è una commedia nella commedia, dove i personaggi in cerca di autore di un ipotetico film (un esplicito riferimento pirandelliano) escono dal loro soggetto, aspettando con ansia una trama dal loro sceneggiatore. In un continuo intreccio tra realtà e finzione, Salvatores racconta - attraverso le parole di Ezio - le storie dei protagonisti di quello che sarà il suo film, vivendoci direttamente a contatto. “A volte è la vita a impedirti di essere felice” ha spiegato Salvatores in un’intervista “a volte siamo noi che ci creiamo delle barriere, degli ostacoli insormontabili, come lo sceneggiatore protagonista del mio film, che preferisce scrivere storie d’amore piuttosto che viverle, visto che ne è terrorizzato”. E’ così che i personaggi si agitano alla ricerca disperata di soluzioni alla loro infelicità. Solo alla fine capiscono che siamo solo noi a scrivere la nostra vita.
Con le risate, la poesia arriva dritta al cuore.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...