venerdì 9 aprile 2010

Come nasce Greta Parlante?


Come tutte le idee, per caso.

Ho sempre amato scrivere per me stessa e per gli altri. La scrittura è il mio mezzo di comunicazione. Non saprei dire perchè, è così. E' il mio "vaso di Pandora", il mio porta-gioie, la mia spazzatura, il mio "solvente" per riequilibrare i pensieri, la mia barzelletta per sorridere alla vita.

Un giorno mi è venuto in mente di provare a concentrare la penna in un'unica direzione: un libro.

Quel piccolo spazio nel mondo da riempire con pensieri, emozioni, lacrime e risate. Così poco a poco ho iniziato a mettere in fila la storia. Nei ritagli di tempo. Tra mille dubbi ed entusiasmi, tra la voglia di lasciar perdere e l'istinto a proseguire. Poi piano piano, i personaggi mi sono nati tra le mani, hanno preso vita e, ogni sera dopo il lavoro, erano lì a dirmi "ehi, siamo qui!".

Arrivata a un certo punto è quasi diventata una sfida con me stessa. Scrivendo per lavoro era difficile riprendere la penna in mano, anche dopo una giornata passata a "giocare" con le parole. Ma non potevo mollare proprio sul più bello, quando la storia c'era, era lì e doveva solo essere scritta. Margherita, Greta, Alberto, Fabio, Veronica, Agata, Vittorio e tutti gli altri personaggi erano diventati quasi gli amici del dopo cena, con cui ritrovarsi al bar.

Con loro ho riso, ho pianto, ho sbattuto i pugni, ho ragionato.

Quando ho scritto la parola "fine", mi è anche un pò dispiaciuto.

E' la mia prima esperienza di pubblicazione di un libro, ma una cosa è certa: io mi sono divertita a scriverlo. Ora spero faccia divertire anche voi!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...