sabato 24 aprile 2010

Greta Parlante al Salone Internazionale del Libro di Torino


Il sabato mattina piovoso è quanto di peggio ci si possa aspettare al risveglio.
Ma la vita è fatta di equilibri, quindi a una notizia cattiva se ne accompagna sempre una bella.
Greta Parlante va al Salone Internazionale del Libro di Torino!
Dal 13 al 17 maggio, presso lo stand Edizioni Pendragon, Padiglione 1 - stand D33.
Quindi ora è doveroso che io faccia un pò d'ordine in questo calendario "Parlante":
- 7 maggio, presentazione in anteprima a Fotografia Europea (ore 22, p.za Fontanesi, Reggio Emilia)
- 12 maggio, uscita in libreria
- 13 maggio, presentazione nazionale al Salone Internazionale del Libro di Torino
Ecco, così va meglio.

Le mie prime copie!


Visto che sto condividendo con voi, passo dopo passo, questa mia avventura editoriale, condividiamo anche questo...

Ieri sono arrivate le mie prime copie del libro!

Il momento è stato solenne: ho accolto il corriere come fosse il messia, ho appoggiato sul tavolo la scatola in religioso silenzio, l'ho incisa con la taglierina con delicatezza (neanche dovessi aprire l'Arca dell'Alleanza) e il miracolo si è compiuto! Allora non era un sogno!

Eccolo lì, il mio primo romanzo.

Riuscite a immaginare la mia emozione?

La prima copia che ho preso in mano, l'ho appoggiata sul comodino vicino agli altri libri... devo dire, fa il suo effetto.

mercoledì 21 aprile 2010

Greta Parlante da i numeri...


Cari amici,

Greta Parlante sta per uscire nelle librerie... il momento si avvicina!

Mancano esattamente 19 giorni!

Ma le date da segnare sul calendario sono 2: il 12 maggio, quando il romanzo sarà disponibile in tutte le librerie e su http://www.pendragon.it/, e il 7 maggio, giorno in cui presenterò per la prima volta il libro in pubblico, nell'ambito di Fotografia Europea (piazza Fontanesi, Reggio Emilia, ore 22).

Nel frattempo la pagina FB di Greta Parlante (http://www.facebook.com/#!/pages/Greta-Parlante/346273003563?ref=ts) va alla grande. In 2 settimane, ha registrato ben 727 visite, delle quali il 53% da parte di donne e il 46% da parte di uomini, e 184 fan.

Non vi nascondo una certa emozione: tra pochi giorni riceverò le prime copie del mio libro - uno spiritoso spaccato di vita, in cui sono cucite insieme varie esistenze e ironiche "tragicommedie" quotidiane. Penso che me lo rigirerò tra le mani qualche volta prima di rendermi conto davvero che... ce l'ho fatta! Solo 6 mesi fa non lo avrei mai immaginato.
Invece, quella bellissima lettera ricevuta dall'editore (Edizioni Pendragon), ha dato una ventata di entusiamo alle mie giornate. E' solo grazie a lui se ora Greta Parlante troverà uno spazietto fra gli scaffali delle librerie e magari fra quelli di casa vostra! Ora però "friggo" dalla voglia di sapere cosa ne pensano i lettori. Questa sicuramente sarà la prova più ardua da superare, ma anche la più stimolante.
Nel frattempo, un grazie sincero a tutti gli amici che mi stanno sostenendo!

venerdì 16 aprile 2010

Quali sono i vostri libri del cuore?


Se qualche libro vi è rimasto nel cuore, scrivetemelo. Ne parleremo nel blog, perché possa essere il punto di partenza per far circolare spunti di vita.
Io amo i libri freschi, leggeri, veri. Perché credo che nella semplicità risiedano spesso grandi verità.
Questo è sicuramente il caso de I Consigli del Cuore (Mondadori), scritto dal Dalai Lama, il primo libro di cui vorrei parlare. Si tratta di una piccola guida spirituale, da tenere sempre vicino.
Estraetelo come da un cilindro magico, quando sentite il bisogno di una boccata di serenità e saggezza. Le brevi riflessioni, cariche di consigli per tutti, sono semplici perché il Dalai Lama “non vede la necessità di essere complicato”. Così scrive Matthieu Ricard, curatore del libro, quando nel giugno 2001, ha incontrato Sua Santità nel Monastero di Shechen (Nepal). Da questo incontro è nato il libro, una raccolta di “pillole” sulle età e le situazioni della vita, sui ruoli di uomini e donne nella società, sui comportamenti e gli stati d’animo, sulla via spirituale, indipendentemente dalle credenze religiose.
“Siamo noi a crearci gran parte delle nostre sofferenze. Ecco che cosa volevo dirvi per cominciare”. Esordisce così il Dalai Lama, leader politico e spirituale del popolo tibetano, autorità religiosa e Premio Nobel per la pace nel 1989. L’essenza del libro spiega che la vita è sì complicata, ma la forza dell’uomo sta nel poter scegliere la felicità. “Limitandoci a cambiare il nostro modo di vedere le cose potremmo ridurre le nostre difficoltà attuali ed evitare di crearne di nuove”. Parola d’ordine: cambiare prospettiva e rimboccarsi le maniche.

mercoledì 14 aprile 2010

Happy Family. Salvatores racconta la felicità. Con ironia.


Di recente sono andata al cinema a vedere Happy Family, l’ultimo film di Salvatores.
Ironia e personaggi “vivi”.
Un modo di raccontare che mi ha colpito molto. In cui credo molto.
Happy Family è una commedia nella commedia, dove i personaggi in cerca di autore di un ipotetico film (un esplicito riferimento pirandelliano) escono dal loro soggetto, aspettando con ansia una trama dal loro sceneggiatore. In un continuo intreccio tra realtà e finzione, Salvatores racconta - attraverso le parole di Ezio - le storie dei protagonisti di quello che sarà il suo film, vivendoci direttamente a contatto. “A volte è la vita a impedirti di essere felice” ha spiegato Salvatores in un’intervista “a volte siamo noi che ci creiamo delle barriere, degli ostacoli insormontabili, come lo sceneggiatore protagonista del mio film, che preferisce scrivere storie d’amore piuttosto che viverle, visto che ne è terrorizzato”. E’ così che i personaggi si agitano alla ricerca disperata di soluzioni alla loro infelicità. Solo alla fine capiscono che siamo solo noi a scrivere la nostra vita.
Con le risate, la poesia arriva dritta al cuore.

domenica 11 aprile 2010

Dal blog di Davide



Adoro la Lunigiana. Oggi, sono stata a Malgrate, un borgo che ispira poesia.

Al ritorno da questa rilassante immersione nella fantasia di luoghi che mi stupiscono ogni volta, ho acceso il PC. E ho avuto una piacevole sorpresa.

Il mio amico giornalista Davide Bianchini, che cura un blog molto interessante http://davidebianchini.blogspot.com/, ha parlato di Greta Parlante.

"[...] Nei giorni scorsi è passata in redazione Elisa Borciani. Abbiamo iniziato insieme al Carlino, la conosco dai tempi del liceo. Sta per arrivare nelle librerie il suo primo romanzo, Greta Parlante (edizioni Pendragon), scritto per curiosità, gioco e scommessa - mi ha spiegato - nei ritagli di tempo e ora splendido con la sua copertina, pronto per essere letto. Brava. Penso così al sogno, ben chiuso nel mio cassetto, di scrivere un romanzo giallo dove permeare vita, esperienza giornalistica e fantasia. Penso anche ai capitoli, alle bozze, alle idee, disseminati qua e là nel mio computer. Appunti spesso notturni e nottambuli. Chissà, forse un giorno saranno pronti per essere letti".

Capisco di cosa parla... per chi ama la scrittura, e per chi ci lavora, scrivere di notte è qualcosa di meravigliosamente sublime. Le idee zampillano, i personaggi si agitano, le trame corrono. Come fai a non fermarli sulla carta?
Chissà forse stanotte scriverò aiutata dalla magia di Malgrate e dal "suggerimento" di Davide. Spero che scriva anche lui. Perchè nessuna idea va lasciata senza trama!
Non potevo lasciarmi sfuggire poi la home page di Reggio Ridens di oggi...
Grazie Ciro, è un onore essere sul tuo blog!

sabato 10 aprile 2010

Greta Parlante a Fotografia Europea


Greta Parlante sarà in tutte le librerie il 12 maggio.

La presentazione ufficiale sarà venerdì 7 maggio nell'ambito di Fotografia Europea (Reggio Emilia, Piazza Fontanesi, ore 22), in collaborazione con ToraFugu Project.

Introduce Corrado Guerra, Direttore de L'Informazione Reggio Emilia.

A seguire, DjSet elettro jazz by con DjJò e ToraCi.


Ecco i link al sito di Fotografia Europea!





Potete scaricare l'invito direttamente dal blog e seguire gli aggiornamenti diventando fan della pagina FB "Greta Parlante".

Vi aspetto!

venerdì 9 aprile 2010

La copertina di Greta Parlante


Come nasce Greta Parlante?


Come tutte le idee, per caso.

Ho sempre amato scrivere per me stessa e per gli altri. La scrittura è il mio mezzo di comunicazione. Non saprei dire perchè, è così. E' il mio "vaso di Pandora", il mio porta-gioie, la mia spazzatura, il mio "solvente" per riequilibrare i pensieri, la mia barzelletta per sorridere alla vita.

Un giorno mi è venuto in mente di provare a concentrare la penna in un'unica direzione: un libro.

Quel piccolo spazio nel mondo da riempire con pensieri, emozioni, lacrime e risate. Così poco a poco ho iniziato a mettere in fila la storia. Nei ritagli di tempo. Tra mille dubbi ed entusiasmi, tra la voglia di lasciar perdere e l'istinto a proseguire. Poi piano piano, i personaggi mi sono nati tra le mani, hanno preso vita e, ogni sera dopo il lavoro, erano lì a dirmi "ehi, siamo qui!".

Arrivata a un certo punto è quasi diventata una sfida con me stessa. Scrivendo per lavoro era difficile riprendere la penna in mano, anche dopo una giornata passata a "giocare" con le parole. Ma non potevo mollare proprio sul più bello, quando la storia c'era, era lì e doveva solo essere scritta. Margherita, Greta, Alberto, Fabio, Veronica, Agata, Vittorio e tutti gli altri personaggi erano diventati quasi gli amici del dopo cena, con cui ritrovarsi al bar.

Con loro ho riso, ho pianto, ho sbattuto i pugni, ho ragionato.

Quando ho scritto la parola "fine", mi è anche un pò dispiaciuto.

E' la mia prima esperienza di pubblicazione di un libro, ma una cosa è certa: io mi sono divertita a scriverlo. Ora spero faccia divertire anche voi!

Perchè questo blog?

Questo blog nasce insieme a Greta Parlante, il mio primo romanzo.
E' una sorta di "cafè" creato per chi ama i libri, la scrittura, la lettura, ma anche il cinema, il teatro, l'arte, la musica. Qui parleremo di tutto questo.
Ma anche di sentimenti, emozioni, esperienze, chiacchiere e punti di vista. Senza dimenticare l'ironia, quel "buco nella serratura" che ci fa guardare la vita con un sorriso.
Proprio come ho fatto nelle pagine del libro.